Un nuovo sito targato WordPress

Salute: tutta colpa della carie?

CONDIVIDI
, / 1234 0
Salute: tutta colpa della carie?

“È solo una carie… il dentista può aspettare”

Quante volte abbiamo messo in pratica o anche solo pensato a questa soluzione, preferendo rimandare la visita dal dentista di settimana in settimana.

Tuttavia una carie trascurata può in alcuni casi dare il via ad un effetto domino che coinvolge il nostro organismo, fino ad influire su altri disturbi che con la bocca hanno poco o per nulla a che fare.

Piccoli problemi di cuore

A causare placca e carie sono i batteri, che trovano nella bocca un ambiente ideale per proliferare ed eventualmente propagarsi verso altre parti dell’organismo.

Cosa può succedere quando una carie viene abbandonata a se stessa? Questa si sviluppa in profondità nel dente, raggiungendo il nervo e la polpa dentaria, tessuto molle che ospita nervi ma soprattutto arterie e venule microscopiche. Questi canali privilegiati permettono ai batteri di intrufolarsi nel flusso sanguigno, sviluppandosi ulteriormente e intaccando altri organi.

Se ad essere interessato è il cuore, i batteri possono causare un’infiammazione del muscolo cardiaco detta endocardite. Trovando un habitat ideale e superando le difese immunitarie, questi microrganismi potrebbero infatti agglomerarsi in masse in grado di ostruire le valvole cardiache, problema che può essere più consistente nei soggetti con valvole cardiache artificiali.

Naso chiuso?

Continui a tirare su col naso, ma lui continua a colare imperterrito e le pareti esterne iniziano a fare male? Non è di certo una cosa comune, ma potrebbe essere colpa dei denti.

I cosiddetti seni paranasali che infiammandosi causano la sinusite, possono trovarsi in prossimità dei molari superiori, entrando talvolta in contatto con le estremità delle radici stesse. È per questo motivo che una carie giunta in profondità può intaccare i seni, generando una forma di sinusite.

Si tratta di disturbi curabili con terapie antibiotiche e ovviamente con l’asportazione della carie, tuttavia un’adeguata prevenzione è il modo migliore per ridurre il rischio di esposizione.

Il mio bambino non mangia!

Non trascurare i denti da latte! Cadranno certo, ma il tuo bambino è in una fase di sviluppo fondamentale che potrebbe subire danni e rallentamenti a causa di una semplice carie non curata.

Senza rendersene conto il piccolo potrebbe masticare in modo scorretto, mangiando meno e sviluppando eventuali difficoltà nella digestione. Alcune ricerche dimostrano infatti che i bambini con carie trascurate arrivano a pesare fino all’80% in meno rispetto alla media della loro età e sono spesso anche più bassi.

Troppa palestra? Forse no

Male alla caviglia? Pensi di aver camminato troppo? Aspetta a correre dal fisioterapista.

I dolori alle articolazioni potrebbero derivare dai batteri che risiedono indisturbati nel cavo orale. Come abbiamo detto infatti, veicolati dal flusso sanguigno questi batteri possono raggiungere anche i tendini, saldandosi ai tessuti e provocando le dolorose infezioni dette tendiniti.

Ovviamente i batteri non sono la causa principale di tendinite, che affligge tradizionalmente sportivi e individui che praticano molto movimento, tuttavia nel caso di mancato successo delle terapie classiche potrebbe essere utile considerare l’opzione di un’infezione batterica.

E non solo, anche la mancanza di un dente è in grado di scatenare un possibile effetto a catena a coinvolgere l’ossatura del corpo, generando il rischio di tendinite.

Come mettersi al riparo da questi rischi, anche se remoti? Basta davvero poco, segui le corrette pratiche di igiene orale quotidiana e affidati al tuo dentista per controlli periodici… non rimandare, anche una piccola carie è importante!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.