Un nuovo sito targato WordPress

Battaglia dei sessi… a suon di morsi!

CONDIVIDI
, / 783 0
Battaglia dei sessi… a suon di morsi!

Cesare Cremonini cantava “gli uomini e le donne sono uguali”

…niente di più sbagliato secondo i ricercatori Soojin Park e Weon-Sun Shin che con il recentissimo studio condotto presso la Semyung University in Corea del Sud, hanno scoperto alcune grosse differenze nel modo di masticare dei due sessi.

Colgate articolo

Dimmi come mangi…

La ricerca ha coinvolto un campione di 48 studenti della facoltà, composto per il 50% da donne e per la restante parte da uomini, cui sono stati posizionati elettrodi in corrispondenza dei muscoli masticatori durante un pasto per monitorarne l’attività.

I ragazzi hanno consumato un pasto composto da 152 g di riso bollito, nel corso del quale i ricercatori hanno potuto verificare la dimensione del morso, i grammi di cibo ingeriti al minuto, la forza di masticazione, la masticazione per morso, il numero totale di morsi, la durata totale del pasto e molti altri fattori.

L’obiettivo iniziale dei ricercatori era quello di dimostrare l’esistenza di una correlazione tra il modo di masticare e il peso, partendo dalla convinzione che una masticazione lenta indica una ridotta predisposizione all’obesità; tuttavia i risultati hanno portato nuovi interessanti spunti di riflessione.

Divoratori o uccellini?

Uno studio precedente condotto dalla Nippon Dental University a Tokyo, non aveva riscontrato particolari differenze nella masticazione dei chewing-gum da parte di uomini e donne.

Dai dati raccolti grazie alla nuova ricerca al contrario, i due scienziati coreani hanno riscontrato differenze sostanziali tra i due sessi, riguardo ai fattori presi in considerazione.

Non sorprende scoprire che le dimensioni del morso e la forza di masticazione sono notevolmente maggiori negli uomini, i quali nell’insieme tendono anche a consumare più velocemente il pasto.

Le donne masticano allo stesso ritmo degli uomini, ma per ciascun boccone consumato impiegano una quantità maggiore di masticate rendendo il pasto “significativamente più lungo”.

Park e Shin hanno sottolineato che la tendenza a mangiare velocemente negli uomini è legata ad una maggiore disinibizione, che unita a bassissimi livelli di autocontrollo e ad un’alta suscettibilità alla gola, rappresenta uno dei fattori cognitivi generalmente associati alla fame compulsiva e incontrollata.

Delicata come una piuma

Si potrebbero formulare infinite teorie, ironiche o all’apparenza più serie, per spiegare le diversità nella masticazione tra maschi e femmine, tuttavia la spiegazione più probabile ha radici lontane e profonde. La filosofa Iris Marion Young negli anni ’80 sosteneva che i cosiddetti “atteggiamenti femminili” derivassero da uno scarso utilizzo delle grandi potenzialità del corpo femminile: le donne potrebbero dunque tranquillamente mangiare bocconi più grandi e masticarli meno, proprio come gli uomini.

Perché questo non succede?

Le teorie della Young suggeriscono che i comportamenti prettamente femminili, come la camminata controllata e ovviamente il morso delicato, sono il chiaro risultato delle inibizioni e della sensazione di inferiorità trasmesse dalla cultura sessista.

Saranno aquile?

Ma i tempi cambiano e le culture si evolvono: la prossima volta che entrerai in un fast food sicuramente vedrai una bella ragazza divorare il suo hamburger gigante; mentre al ristorante una donna finirà la sua pizza prima del marito. Ti sembrerà così strano?

Aquile o uccellini, alla fine l’unica cosa che conta sono le buone maniere…e tu, cosa ne pensi?

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.