Un nuovo sito targato WordPress

Giovani dentro… e anche fuori!

CONDIVIDI
, / 809 0
Giovani dentro… e anche fuori!

Per 8 italiane su 10 mantenersi giovani è un “must” non solo per piacere a se stesse ma anche perché l’apparente giovinezza aiuta ad avere successo nella vita.

Secondo una ricerca Key-Stone condotta su un campione rappresentativo di 649 donne italiane d’età compresa tra i 25 e i 64 anni, l’80% delle donne considera importante mantenersi o “apparire” giovani.

Colgate articolo

Il settore dei prodotti antiaging quindi non conoscerebbe crisi: si risparmia su tutto ma non sulla cura di sé, o almeno così pare.

Collegato al desiderio di mantenersi giovani e in forma ci sarebbero il livello di istruzione e la professione: sono infatti le donne più istruite e lavoratrici a tenerci di più alla forma fisica. Ma conta anche, e non poco, lo status del partner: un terzo del campione che convive con un uomo laureato presenta infatti un alto tasso di interesse a cancellare i segni del tempo.

Gli escamotage più diffusi per contrastare l’avanzare del tempo

Secondo la ricerca, le italiane più edoniste sarebbero le donne del Nord under 35, che iniziano la loro “lotta alle rughe” già sulla soglia dei 30 anni, iniziando ad utilizzare prodotti specifici per il contorno occhi prima di aver compiuto 35 anni. I primi indicatori dell’invecchiamento sono infatti i segni intorno agli occhi, le famigerate zampe di gallina, in una zona in cui la pelle è quattro volte più sottile che nel resto del viso e ha meno ghiandole oleose, quindi è più vulnerabile alla perdita di idratazione.

Le donne cercano quindi di apparire più giovani:

  • Utilizzando i cosmetici (a cui si affidano il 59% delle italiane)
  • Indossando un abbigliamento moderno e giovanile (52%)
  • Curando il proprio make-up (45%)
  • Facendo attività fisica (38%)
  • Seguendo una dieta (36%)
  • Affidandosi ai centri benessere (19%), accedendo mediamente 2 volte al mese

Solo il 2% delle intervistate dichiara di essersi sottoposto a trattamenti di medicina estetica.

Perché le donne vogliono prendersi cura di sé?  

La ricerca Key-Stone ha voluto sondare quali sono le principali motivazioni che inducono le donne a prendersi cura di sé in modo così sistematico. Il principale riscontro è per piacere a se stesse: quasi il 70% delle intervistate dichiara infatti di piacersi di più grazie alle cure che dedica alla propria persona, ricavandone anche un aumento dell’autostima.

Infatti per l’85% mantenersi e apparire giovane è importante soprattutto per aumentare la fiducia in se stesse. Non solo, anche realizzarsi nella vita è connesso all’aspetto fisico per due terzi delle donne: il 60% addirittura lo ritiene “molto” o “abbastanza importante” anche per trovare un buon lavoro.

La giovinezza è un desiderio solo femminile. Ne siamo certi?

In realtà la paura di invecchiare colpisce anche gli uomini.

Un recentissimo studio di Harvard (“Study of Adult Development” di George Vaillant) ha riscontrato le 5 paure ricorrenti negli uomini, legate al passare del tempo:

  • L’impotenza, temuta da molti quanto le gravi malattie
  • La perdita della forza fisica
  • L’arrivo della pensione (e il conseguente senso di inutilità)
  • L’impossibilità di guidare
  • La diminuzione della lucidità mentale (demenza senile e malattie che incidono sulla salute cerebrale come l’Alzheimer).

Se pensiamo che 400.000 professionisti in tutto il mondo operano nel settore dell’antiaging e vengono organizzati 30 eventi internazionali su questo tema, ci rendiamo conto di quanto sia importante a livello non solo italiano, ma mondiale, questa vera e propria lotta contro il tempo.

Sei pronta alle prime rughe? Come pensi di affrontarle?

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.