Un nuovo sito targato WordPress

TePe 940×60

Diabete gestazionale: una questione al femminile

CONDIVIDI
, / 107 0
Diabete gestazionale: una questione al femminile

Sappiamo che il diabete di tipo 1 e 2 colpisce indistintamente uomini e donne

Quello gestazionale è invece la forma di diabete che colpisce esclusivamente le donne durante il periodo più delicato della loro vita: la gravidanza.

Come si manifesta e come combatterlo

Il diabete gestazionale è causato da alcuni ormoni secerniti dalla placenta e dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue: ciò può comportare diversi rischi sia per la futura mamma, che può sviluppare il diabete di tipo 2 generalmente entro cinque o dieci anni dal parto, che per il piccolo, primo fra tutti quello di acquistare troppo peso già nel pancione.
La pericolosità del diabete gestazionale risiede nell’essere una malattia i cui sintomi non sono sempre del tutto chiari ed evidenti, perciò il rischio è che passi inosservato. Dunque tenere sempre sotto controllo i livelli glicemici del sangue è fondamentale perché può rivelare la presenza del diabete anche nei casi in cui sembrano non esservene i segni. Tra i sintomi più frequenti del diabete gestazionale vi sono l’aumento ingiustificato della sete, e il conseguente bisogno di fare spesso pipì; la perdita di peso nonostante l’aumento della fame; disturbi della vista e frequenti infezioni come candidosi e cistiti.

L’importanza della dieta

Per il diabete gestazionale non esiste una vera e propria cura, ed è tendenza dei medici sconsigliare frequenti iniezioni di insulina come prevede la normale terapia per il diabete di tipo 1 e 2: è tuttavia possibile controllarlo e al tempo stesso combatterlo attraverso la dieta.
In proposito la Dott.ssa Rosalba Giacco, Primo Ricercatore presso l’Unità di Nutrizione Umana e Metabolismo dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione CNR di Avellino e Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Diabetologia, sottolinea l’importanza di «non esagerare nel consumo di calorie» e cercare di «preferire alimenti a basso contenuto calorico, rispetto a quelli ad alta densità di calorie. Nessun alimento va demonizzato, ma di certo quelli più energetici vanno assunti con molta moderazione. La dieta ha una grande importanza nella prevenzione del diabete, che non è affidata ad un singolo alimento, ma alla costruzione di un pattern alimentare corretto; e la dieta mediterranea resta ancora il modello di maggior successo».
Dunque pasti frequenti composti da alimenti sani e rigorosamente pesati secondo le indicazioni dei medici possono rivelarsi ottimi alleati, non solo contro il diabete gestazionale, ma anche contro il “rischio” che accomuna molte future mamme di mettere su troppo peso durante i nove mesi di gravidanza.

Pistacchi: un alleato nella lotta al diabete?

È stato condotto uno studio, il primo nel suo genere, portato avanti dalla ricercatrice Shang Ge, primario della Clinical Nutritional Sixth People’s Hospital della Shanghai Jiao University, atto a dimostrare che il consumo di pistacchi può realmente aiutare le donne affette da diabete gestazionale a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue.
L’“esperimento” ha coinvolto 30 donne, tra le 24 e le 28 settimane di gravidanza, affette da diabete gestazionale a cui è stato chiesto di consumare 42 grammi di pistacchi o 100 grammi di pane integrale per colazione. I risultati della ricerca sono poi stati presentati in occasione dell’Academy of Nutrition and Dietetics’ 2017 Food & Nutrition Conference & Expo a Chicago: da questi è stato possibile riscontrare una significativa riduzione dei livelli di glucosio nel sangue dopo l’assunzione di pistacchi rispetto a quella di pane integrale, livelli che possono essere paragonati a quelli base di una persona non affetta da diabete. L’effetto benefico dei pistacchi ha influito positivamente anche sui livelli di insulina: questi infatti non hanno subito significativi aumenti rimanendo del tutto stabili e nella norma.

Se anche tu sei una futura mamma e soffri di diabete gestazionale, non indugiare, con l’aiuto del tuo medico tieni sempre sotto controllo i livelli glicemici del tuo sangue, mangia sano e ricorda: qualche pistacchio al giorno leva il diabete di torno!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.