Un nuovo sito targato WordPress

AIO – banner 940×60

Perché non lavare i denti dopo colazione?

CONDIVIDI
, / 3854 0
Perché non lavare i denti dopo colazione?

Brioche, succo d’arancia al volo e via a lavarsi i denti prima di uscire… questa è la routine di ogni mattina per milioni di Italiani, tuttavia potrebbe non essere così corretta come tutti pensiamo.

Cosa c’è di sbagliato? Perché non dovremmo lavarci i denti subito dopo colazione?

Colgate articolo

 

Quando spazzolare?

Gli elementi acidi presenti in determinati alimenti, come ad esempio il limone o l’arancia, tendono a demineralizzare lo smalto. Proprio per questo motivo dunque non è consigliabile spazzolarsi i denti immediatamente dopo aver bevuto una spremuta d’arancia, poiché questa abitudine contribuisce a disfare lo smalto che riveste i nostri denti.

È solo il succo d’arancia ad essere incriminato? Assolutamente no, anche gli alimenti ricchi di zuccheri infatti reagiscono con i batteri, formando componenti acide che vanno ad intaccare la struttura del dente, arrivando a provocare l’insorgere di carie e infiammazioni.

Per contrastare l’attacco degli acidi e proteggere il nostro sorriso, prima di prendere in mano lo spazzolino sarebbe bene bere un bel bicchiere d’acqua o del latte.

 

Ottimi alleati

Assumere latte o derivati e bere molta acqua prima di spazzolarsi i denti, in particolare dopo aver ingerito cibi con un alto tasso di acidità, aiuta dunque a mantenere una buona salute orale. Ottimi alleati per il nostro sorriso sono anche il cioccolato, il tè verde e il chewing-gum che consumati in quantità ridotte aiutano a detergere il cavo orale, aiutando a combattere la carie e il sorgere di fastidiose patologie orali.

Anche il semplice bicchiere d’acqua dovrebbe essere scelto con attenzione, prediligendo l’acqua naturale ed evitando quella frizzante, che contiene anidride carbonica.

Mentre la gomma da masticare migliore per i nostri denti è quella senza zucchero e a base di xilitolo, dolcificante naturale proveniente dalla corteccia del pino, in grado di rimuovere i residui di cibo accumulati tra i denti e stimolare la secrezione di saliva.

 

Sì al cioccolato

Sarà anche nemico della linea, ma il cioccolato può favorire il mantenimento della salute orale grazie alla componente antibatterica delle fave di cacao, soprattutto se amaro e non troppo lavorato.

Per chi al cioccolato preferisce le caramelle o gli snack zuccherini, si potrebbe fare un tentativo sostituendoli con un quadretto di cioccolato fondente, che non è appiccicoso e si disfa facilmente in bocca. La caramella a contatto con la saliva tende infatti a diventare morbida e collosa, si sfalda difficilmente e si deposita sui denti creando uno spesso strato aderente.

 

Questione di dieta

Non ti piace bere latte a colazione? Non riesci a digerirlo? Il tè può essere un’ottima alternativa, soprattutto se si tratta di tè verde. Il tè verde contiene molto fluoro, remineralizza lo smalto e ha componenti antiossidanti che aiutano a ritardare l’invecchiamento tanto dei denti quanto delle gengive.

Abbiamo capito dunque che spazzolare i denti subito dopo colazione non è la soluzione migliore per la salute del sorriso, ma quando lavare i denti durante la giornata?

Gli odontoiatri raccomandano di lavare i denti almeno due volte al giorno, ma questo vale soprattutto in corrispondenza di un regime alimentare sano. Se siamo soliti consumare spesso dolci e caramelle, sarebbe bene infatti eliminare i residui prima che possano scatenare gli attacchi batterici e i processi cariogeni, spazzolando i denti più volte al giorno.

 

Ecco dunque che le abitudini di tutti i giorni non sono sempre le migliori… tra una corsa e l’altra, fermati e pensa al tuo sorriso!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.