Un nuovo sito targato WordPress

Diastema: da difetto a tratto distintivo

CONDIVIDI
, / 1043 0
Diastema: da difetto a tratto distintivo

Negli ultimi tempi i canoni tradizionali di bellezza sono stati messi in discussione, con un exploit di modelle dai tratti particolari e qualche imperfezione… come ad esempio il diastema, o London Gap.

Questa definizione decisamente cool ha origine dalle personalità, molte delle quali di provenienza britannica, che hanno per prime sfoggiato il loro sorriso atipico su magazine e passerelle, da Jane Birkin e Brigitte Bardot a Lara Stone… fino ad arrivare a Georgia May Jagger, figlia del celebre Mick e alla giovane modella di Victoria’s Secrets Jessica Hart.

Colgate articolo

 

Solo uno spazio tra i denti?

Il diastema è una separazione particolarmente evidente tra due denti contigui.

Raramente è segnale di una particolare condizione patologica, si tratta infatti di un comune disturbo di natura estetica, paragonabile a un dente accavallato o storto.

Il più delle volte si forma tra i due incisivi superiori, ed è una caratteristica piuttosto comune tra i bambini nel periodo in cui i dentini da latte lasciano il posto a quelli definitivi. La spaziatura tende però a scomparire quando i denti permanenti fuoriescono completamente e si assestano, posizionandosi correttamente.

Il diastema può essere ricondotto ad una differenza nella dimensione dei denti, alla mancanza di qualche dente o alla presenza di un frenulo labiale troppo lungo o voluminoso.

Il frenulo labiale superiore è la sottile lamina di tessuto che unisce il labbro superiore alla gengiva e al palato, in corrispondenza degli incisivi. Sebbene non ci sia unanimità sull’argomento, si ritiene che la struttura del frenulo possa in alcuni casi interferire con l’eruzione dentaria e la morfologia gengivale, portando proprio allo sviluppo del diastema.

Altri fattori scatenanti potrebbero essere problemi nella conformazione del cavo orale, come il sopravanzo orizzontale in cui i denti superiori anteriori si sovrappongono a quelli inferiori, detto anche overbite o l’eccessiva sporgenza degli incisivi superiori.

 

Come può essere corretto?

Se la moda del London Gap non fa per te e non vedi l’ora di liberarti di quello spazio pronunciato per sorridere liberamente, è possibile correggere il diastema con l’aiuto del tuo dentista di fiducia.

Una volta verificata la totale assenza di patologie o disturbi particolari, celati dalla presenza della spaziatura, l’odontoiatra potrà proporre una soluzione adeguata per rimuovere il problema. Le alternative potrebbero essere:

  • Predisporre un trattamento ortodontico. Particolarmente adatto in giovane età, prevede l’applicazione di un apparecchio mobile o fisso per un periodo di tempo generalmente non molto breve, che varia dai 6 mesi ai 2 anni.
  • Applicazione di faccette in ceramica o porcellana. Sottili faccette vengono applicate e fatte aderire alle superfici di entrambi i denti, in questo modo si va a riempire la spaziatura aumentando artificialmente la dimensione dei denti, che risultano armonici e perfettamente allineati.
  • Copertura dei denti con corone artificiali o capsule. Attuato soprattutto in presenza di carie o pulpiti nei denti contigui e in soggetti non più giovanissimi.
  • Impianti dentali. Soluzione attuata esclusivamente negli adulti e in corrispondenza di denti profondamente danneggiati, permette di rimpiazzarli con sostituti di dimensione corretta, andando ad eliminare il diastema.
  • Frenulectomia. Si applica nei casi in cui il diastema è strettamente legato alle anomalie strutturali del frenulo precedentemente descritte. La pratica prevede il taglio del frenulo, per poi ricollocare lo stesso nella corretta posizione. Se attuata in giovane età porta ad una chiusura spontanea del diastema, mentre in età adulta si necessita di un apparecchio a supporto.

E tu cosa faresti? Manterresti il diastema come un segno distintivo o correresti a correggerlo?

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.