Un nuovo sito targato WordPress

AIO – banner 940×60

Non buttare il vecchio spazzolino: riciclalo!

CONDIVIDI
, / 1123 0
Non buttare il vecchio spazzolino: riciclalo!

Sicuramente saprai che è buona norma cambiare lo spazzolino almeno ogni 3 mesi, in quanto le setole perdono col tempo la loro efficacia, raggiungendo difficilmente i punti più nascosti tra i denti, con conseguente aumento di germi e batteri.

Si stima che ogni anno ciascuno di noi cambi mediamente 4 spazzolini.

Colgate articolo

Facendo due calcoli, gli esperti hanno constatato che nel mondo se ne buttano circa 50 milioni all’anno. Ma perché gettarli quando è possibile riciclarli, sfruttandoli per nuovi scopi?

Per la casa

  • Micro-spazzola da utilizzare sulle piccole componenti di bici e auto, sulle fughe delle mattonelle o sui rubinetti del bagno e della cucina (versando prima dell’aceto bianco sulle setole);
  • Smacchiatore” per vestiti, se combinato con il giusto detergente;
  • Lucidante per oggetti quali soprammobili, piastrelle e gioielleria; l’utilizzo in questo caso di un dentifricio economico (abrasivo) può contribuire a conferire nuovamente brillantezza all’oro e all’argento;
  • Sgrassatore degli angoli dei muri, utilizzandolo in combinazione con il bicarbonato e/o l’aceto;
  • I monitor di TV e PC, oltre alle tastiere, presentano una gran quantità di fessurine poco raggiungibili, che con uno spazzolino possono essere pulite in profondità;
  • Le macchine del caffè sono soggette al calcare e agli accumuli di sporcizia, con un semplice spazzolino pulirle diventerà facile e veloce.

Per il corpo

  • Esfoliante per labbra e alcune zone del corpo, allo scopo di eliminare le cellule morte e facilitare la rigenerazione della pelle;
  • Micro-pettine da utilizzare per ordinare le sopracciglia e per pulire le unghie;
  • Separatore per le ciglia che aiuta nella distribuzione del mascara, al fine di ottenere uno sguardo intenso. Lo spazzolino può inoltre contribuire ad eliminare i grumi sulle ciglia e i segni di trucco sbavato sotto gli occhi;
  • Micro-spazzola per domare le ciocche più ostili e definire le acconciature

Per la cucina

  • Accessorio per pulire il guscio di cozze e molluschi, eliminando tutte le impurità e la sabbia rimasta, grazie alla superficie frastagliata;
  • Patate, carote e altri ortaggi possono essere puliti prima di essere cucinati usando uno spazzolino umido;
  • Altro utilissimo impiego è per la pulizia della grattugia, da cui difficilmente si riescono ad eliminare completamente i residui.

Moda e fai-da-te

  • Piccolo pennello per decorare oggetti di découpage o pareti. Passando il dito sopra le setole imbevute di tempera, potrai ottenere un effetto “a spruzzo” molto artistico;
  • Braccialetto. L’idea arriva dagli Stati Uniti dove si è diffusa la moda di rimuovere le vecchie setole e immergere lo spazzolino in acqua bollente finché questo diventa malleabile e facile da lavorare, al fine di conferirgli la forma personalizzata desiderata. Il braccialetto dovrà poi essere raffreddato, immergendolo in acqua fredda per poterlo successivamente decorare a piacere;
  • Un semplice spazzolino usato è in grado di dare nuova vita a vestiti e scarpe: per rimuovere fango e sporcizia dalle suole non dovrai più sporcarti le mani!

Ecco i nostri consigli per salvaguardare un po’ l’ambiente dagli sprechi e, perché no, per risparmiare un po’ riutilizzando lo spazzolino in modo intelligente.

Li conoscevi? Aiutaci a trovarne di nuovi…nel nostro piccolo possiamo aiutare a salvare l’ambiente!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.