Un nuovo sito targato WordPress

TePe 940×60

Frutta autunnale: ecco i segreti

CONDIVIDI
, / 1430 0
Frutta autunnale: ecco i segreti

L’arrivo dell’autunno ci fa spesso rimpiangere la dolce e colorata frutta estiva.

Dalle tavole spariscono pesche, albicocche, angurie e meloni per lasciare il posto a uva, cachi, melograni e castagne… meno entusiasmanti forse, ma comunque ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo e adatti alle fresche serate d’autunno.

 

Frutta di stagione

Da spuntino di metà mattina o pomeriggio a fine pasto goloso, la frutta non è più considerata solo un alimento da mangiare “a parte” ma viene spesso utilizzata in tantissime ricette, anche grazie all’influenza di altre culture, per primi o secondi piatti sfiziosi.

Pensate a come si accostano bene le pere, dolci e succose, all’amaro radicchio rosso o a quanto le mele possano esaltare una semplice insalata di rucola e Parmigiano.

La frutta svolge poi importantissime funzioni, essendo ricca di vitamine A, B2, C ed E nonché di acido folico… le mele possiedono ad esempio proprietà depurative, mentre l’uva svolge un’azione antinfiammatoria e antibatterica.

È importante però scegliere sempre frutta di stagione, almeno quando facciamo riferimento alla frutta fresca. Siamo ormai infatti nel pieno dell’autunno e questo significa primi malanni di stagione come raffreddore, influenza e tosse.

Forse non ci crederete, ma mangiare frutta di stagione aiuta a prevenire e curare questi malanni.

Un chicco d’uva

Lasciamo per un attimo da parte il vino… oltre ad essere molto buona, l’uva presenta infatti molti effetti benefici. Nella buccia dell’acino ad esempio troviamo il resveratrolo, un fenolo non flavonoide che ha proprietà antiossidanti e svolge un effetto cardioprotettivo.

Presenta inoltre proprietà antinfiammatorie, antifungine, lassative e antibatteriche, oltre ad un’utilissima funzione antivirale.

I segreti del melograno

Il melograno è un frutto molto particolare e molto amato fin dall’antichità… secondo la Torah possiede 613 semi, cioè la somma dei 365 divieti e dei 248 obblighi.

In realtà il melograno può contenere anche più di mille chicchi, ma ciò che ci interessa è sapere quali effetti benefici ne possiamo trarre per il nostro organismo. Tanto per iniziare all’interno dei chicchi del melograno troviamo i flavonoidi che, con le loro proprietà antiossidanti, collaborano in modo attivo nella cura di varie forme tumorali.

Oltre ad avere proprietà vermifughe e astringenti, secondo recenti studi, berne il succo preverrebbe la formazione di placche aterosclerotiche nel cuore e allevierebbe i disturbi della menopausa come depressione e ossa fragili.

 

Cachi ed energia

Il caco è un frutto molto energetico e aiuta quindi chi soffre di stress e cali di pressione o inappetenza. Ha un’azione depurativa e, grazie alla presenza di vitamina A e C apporta benefici al sistema immunitario.

Anche la pelle può trarne benefici, il caco infatti è ricco di betacarotene, una sostanza che rallenta l’invecchiamento delle cellule. Proprio per questo motivo è utile per chi soffre di acne e per le donne che hanno un ciclo mestruale molto doloroso.

Ecco perché gli specialisti raccomandano di assumere almeno 2 porzioni di frutta al giorno, per curare l’organismo e rigenerarsi la natura può essere un’ottima alleata.

 

Castagne d’autunno

Frutto tipico dell’autunno, la castagna presenta una polpa chiara e gustosa racchiusa in una spessa buccia marrone. Particolarmente ricca di sostanze amidacee, è molto energetica e presenta un alto contenuto calorico.

Tuttavia le castagne contengono anche alte percentuali di sali minerali utilissimi al nostro organismo, come il potassio in grado di rinforzare i muscoli, il fosforo, il magnesio e il calcio, essenziale per ossa e denti.

Grazie alla vitamina B può contribuire anche al mantenimento dell’equilibrio nutrizionale e del sistema nervoso… qualche castagna bollita o arrosto non fa poi così male allora!

 

Pera nutriente

Non solo uva e castagne, gli scaffali dei supermercati in autunno si riempiono di pere succose e colorate.

E le proprietà nutritive della pera non sono da sottovalutare: si tratta infatti di un frutto ricco di polifenoli dall’azione antiossidante, oltre che di zuccheri semplici e potassio, responsabile del buon funzionamento di reni e sistema nervoso.

La pera è inoltre un frutto particolarmente digeribile, adatto ad essere integrato nell’alimentazione di grandi e piccini anche a merenda, grazie all’alto contenuto di fruttosio in grado di saziare e dare energia.

 

Nelle fresche giornate autunnali sarà dunque facile rimpiazzare la tanto amata frutta estiva con quella autunnale, saporita e ricca di sostanze nutritive… corriamo a riempire il frigorifero!

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.