Un nuovo sito targato WordPress

AIO – banner 940×60

Sconfiggere la carie: genitori all’attacco!

I consigli del Prof. Giuseppe Marzo per prevenire la carie nei nostri bambini.
CONDIVIDI
, / 1204 0
Sconfiggere la carie: genitori all’attacco!

Il 30 aprile 2015 si è riunito a Roma il board italiano dell’Alliance for a Cavity-Free Future (ACFF)… non sai di cosa stiamo parlando?

 

L’Alleanza per un Futuro Libero dalla Carie è un’organizzazione senza scopo di lucro che riunisce i maggiori esperti a livello mondiale in ambito odontoiatrico, pediatrico, nutrizionale e di sanità pubblica.

L’obiettivo principale di questa importante organizzazione è quello di promuovere iniziative volte ad arrestare il progredire della carie dentale a livello mondiale, aumentando la consapevolezza della popolazione sulle implicazioni della carie e promuovendo corrette abitudini di igiene orale.

E stiamo citando un argomento particolarmente delicato, la carie infantile è infatti un problema sempre più consistente, essendo arrivata a colpire dal 60% al 90% dei bambini in età scolare a livello mondiale.

Cosa c’è di meglio dunque che chiedere qualche consiglio sulle giuste pratiche di salute orale per i nostri bambini direttamente al Professor Giuseppe Marzo, membro del board italiano dell’ACFF e Direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università degli Studi dell’Aquila?

 

·                    Professor Marzo, cosa ci può dire a proposito dell’importanza delle pratiche di igiene orale per prevenire la carie nei nostri bambini?

La Carie è definita come una malattia su base infettiva dei tessuti duri dei denti. È evidente quindi che una delle cause principali è, come sappiamo da tantissimi anni, il mancato controllo ed equilibrio della flora batterica orale; altrettanto evidente è l’importanza delle misure di igiene domiciliare e professionale quale base imprescindibile della prevenzione dell’insorgenza o della progressione di questa malattia.

come-prevenire-la-carie-a-cura-del-prof-giuseppe-marzo

Prof. Giuseppe Marzo

·                    Verso quale età sarebbe bene cominciare a seguire le normali procedure di igiene orale?

Dal giorno in cui spunta il primo dentino da latte è opportuno incominciare le procedure di igiene orale con uno spazzolino e una modica quantità di dentifricio fluorato. Spazzolino e dentifricio sono gli strumenti fondamentali per una corretta igiene quotidiana ed è importante stabilire nel bambino una routine, inizialmente effettuata dal genitore, che diventerà in futuro sana abitudine di vita.

 

·                    Come scegliere il giusto dentifricio per ogni età?

Premesso che è sempre opportuno utilizzare paste dentifricie al fluoro, i due criteri fondamentali nello scegliere e usare correttamente un dentifricio sono la percentuale di fluoro presente nel prodotto e la dose usata per la seduta di spazzolamento.

In condizioni normali, direi che sotto i sei anni è opportuno utilizzare dentifrici specificatamente formulati per i bambini con un contenuto di fluoro ridotto mentre dai sei anni in poi è indicato scegliere prodotti con almeno 1000 ppm di fluoro.

La dose di dentifricio da usare è anche questa da rapportare all’età quindi sotto i tre anni consiglio di sporcare semplicemente le setole dello spazzolino per poi passare ad una dose di dentifricio pari ad una pallina di mezzo centimetro di diametro circa, quando il bambino ha raggiunto la capacità di non deglutire il prodotto durante le manovre di spazzolamento. Usare dosi eccessive di dentifricio fluorato può determinare, se deglutito, una assunzione sistemica del fluoro indesiderata.

 

·                    Ogni genitore impara a conoscere la fluoroprofilassi, ma quali sono i reali benefici del fluoro nella lotta contro la carie?

Da quando McKay fece i primi studi sulle proprietà del fluoro nei primi anni del 1900, abbiamo imparato la grande efficacia protettiva che questo elemento può avere sui tessuti dentali. La sua efficacia massima si ottiene grazie ad un doppio meccanismo sulla carie. Applicato in bocca, ha un effetto diretto contro la proliferazione batterica diminuendo quindi l’attività dei primi protagonisti dell’insorgenza della carie. Sui denti, la sua azione più importante avviene sulla superficie di smalto che è in contatto con l’ambiente orale determinando una maggiore resistenza alla demineralizzazione indotta da un pH acido. Queste variazioni del pH orale avvengono continuamente nella nostra bocca ogni volta che mangiamo e sono normalmente tamponate dall’azione della saliva.

 

·                    È importante l’apporto di fluoro attraverso i prodotti per l’igiene orale, come il dentifricio?

Certo, è fondamentale; ma per il meccanismo con cui agisce il fluoro è molto importante capire che la via di somministrazione primaria deve essere quella topica, cioè mettere il fluoro a diretto contatto con le superfici dei denti esposte in bocca e per un tempo sufficiente.

 

·                    E durante la gravidanza è particolarmente utile usare un dentifricio contenente fluoro?

Durante la gravidanza, i forti cambiamenti ormonali che si producono possono favorire uno squilibrio dell’ambiente orale. Questo può provocare il peggioramento di patologie dei denti e delle gengive. È evidente che il mantenimento di uno stato di buona salute generale durante tutto il periodo di gestazione è fondamentale. In questo periodo così importante bisogna essere ancora più attenti e scrupolosi anche nell’igiene orale. Il dentifricio fluorato è sicuramente indicato anche se questo non va inteso come profilassi per il feto.

 

·                    Quali altri accorgimenti possiamo adottare per prevenire la comparsa della carie?

Accanto alle corrette metodiche e agli strumenti giusti per l’igiene quotidiana, leggi spazzolino e dentifricio, può essere utile, su indicazione del proprio dentista, l’uso di gel ad elevata concentrazione di fluoro per fare quella che si chiama applicazione topica intensiva e che si può effettuare con metodiche diverse sia a casa che presso un professionista.  Inoltre, la ricerca, sviluppata in questi anni, offre attualmente prodotti che, grazie a nuove composizioni, aiutano a neutralizzare gli acidi dello zucchero presenti nella placca prima che possano danneggiare i denti.  Per quanto riguarda le metodiche di prevenzione professionali, è necessario a mio parere sottolineare l’importanza della sigillatura dei solchi e delle fessure. È una metodica atraumatica con cui è possibile proteggere efficacemente dalla carie le zone dei denti permanenti appena erotti che più facilmente possono cariarsi. Infine non bisogna mai scordare l’importanza di corrette abitudini alimentari intese non solo nella qualità dei cibi ma anche nella frequenza di pasti e spuntini che vengono consumati dai nostri bambini.

Quindi, come si vede, le possibilità di fronteggiare la carie ci sono: bisogna soltanto utilizzarle.

 

·                    Come sostituire le tanto amate caramelle e merendine con alimenti amici dei denti?

Bella domanda! In realtà è una questione di educazione alimentare di tutta la famiglia e va intesa in un più ampio mondo che riguarda le abitudini che si acquisiscono fino dalla prima infanzia. Correggere una abitudine sbagliata è sempre enormemente più difficile che mantenerne una buona. È importante che i genitori crescano i bambini con una alimentazione adeguata che, oltre ad essere “amica dei denti”, è in grado di favorire un corretto sviluppo di tutto l’organismo. Alle mamme consiglio sempre di preparare ai loro bambini un bel panino con il prosciutto per merenda piuttosto che scegliere alimenti confezionati con zuccheri raffinati; nonostante questo non si può vietare ai bambini di mangiare torte o merendine se però vengono sempre rispettate le regole della buona igiene orale.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.