Un nuovo sito targato WordPress

Colgate pushbar #2

Come avere i denti bianchi? Punta sui cibi giusti!

CONDIVIDI
, / 921 0
Come avere i denti bianchi? Punta sui cibi giusti!

Sana, bella e smagliante, queste le prerogative che si richiedono ad una dentatura in salute ed esteticamente gradevole.

Alcuni alimenti non saranno in grado di eliminare le macchie già presenti, ma possono almeno contribuire a mantenere i denti più bianchi.

Colgate articolo

La top 10 degli alimenti per i tuoi denti bianchi 

Per salvaguardare il tuo sorriso, puoi aggiungere alla lista della spesa:

  1. Sedano, finocchio e carote consumati crudi, sono ottimi come detergenti. La loro consistenza croccante infatti favorisce la secrezione di saliva, contrastando così i batteri;
  2. Mela fresca, riconosciuta come l’alimento più efficace per il mantenimento dello smalto grazie all’acido ossalico, che aiuta inoltre a preservare le gengive sane;
  3. Foglie fresche di salvia, da utilizzare dalla parte ruvida e rugosa. Se passate sulle gengive e sulla superficie dei denti possono fungere da “spazzolino naturale”, risultando utili anche per l’alito grazie alla presenza di oli essenziali; hanno uguale effetto le foglie di malva in grado di pulire i denti in modo sorprendente, se strofinate sui denti;
  4. Fragole, in quanto la loro polpa è un ottimo dentifricio, grazie alla presenza di acido malico;
  5. Formaggio, utile per mantenere i denti sani e forti, grazie alla presenza del calcio;
  6. Ananas che contribuisce a difendere i denti da macchie, combattendo anche la formazione del tartaro;
  7. Mandorle e noci per rimuovere le macchie e difendere i denti dalla placca;
  8. Semi di sesamo, contenenti calcio di origine vegetale, che concorrono a proteggere i denti e le gengive;
  9. Prezzemolo, con un effetto smacchiante per il tuo sorriso. Masticarne le foglie può inoltre aiutare a combattere l’alito cattivo;
  10. Gli agrumi: arance e limoni (oltre alla presenza di vitamina C) contribuiscono a rendere i denti più bianchi, ma attenzione: è preferibile spremere questi frutti e utilizzare una cannuccia per consumarli, in quanto l’acido citrico potrebbe danneggiare lo smalto se assunto in quantità.

Ti sconsigliamo invece di spazzolare energicamente con il bicarbonato di sodio, troppo abrasivo, che potrebbe erodere e consumare lo smalto. In questo modo la superficie del dente diventa più porosa e comincia a trasparire la dentina sottostante, che è più scura, ottenendo l’effetto opposto a quello desiderato.

Gli effetti benefici della saliva

È inoltre buona norma masticare a lungo i bocconi, allo scopo di mantenere in salute la dentatura. Grazie alla masticazione è infatti stimolata la secrezione di saliva, che effettua una sorta di detersione e aiuta ad eliminare i residui di cibi, creando una sottile barriera protettiva per lo smalto. La saliva infatti contiene “sostanze tampone”, in grado di neutralizzare gli acidi prodotti dai batteri, sostanze disinfettanti e fluoro proveniente dall’alimentazione o da dentifrici e collutori.

Per non perdere i benefici forniti dalla saliva è importante non sgranocchiare in continuazione (in particolare fuori dai pasti) snack, caramelle e biscotti. Tutti sappiamo quanto i dolciumi siano un nemico della salute dei denti, ma spesso si ignora che il vero pericolo risiede nel consumarli con molta frequenza, in quanto si mina da vicino la barriera protettiva della saliva.

L’olio di cocco può davvero aiutare?

Una nuova tecnica di sbiancamento giunge da Hollywood. Famose star tra cui Gwyneth Paltrow, consigliano infatti di risciacquare la bocca con l’olio di cocco al fine di sbiancare il sorriso e rinforzare le gengive.

La scienza però non conferma l’efficacia di questa tecnica, anzi si ritiene che l’utilizzo di sostanze non pensate specificatamente per mantenere il sorriso bianco possano avere controindicazioni, generando lesioni della mucosa e sensibilità dentale.

E tu, ti fidi delle star o preferisci rivolgerti ad un esperto del settore?

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà visibile.